Il progetto

 

BBBUS (Box Bull Bus Simulator) è un progetto del Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale ed Architettura (DICAAR) dell’Università di Cagliari, realizzato in collaborazione con i partner Centralabs (Centro di Competenza della Sardegna sui Trasporti), ARST (Azienda Regionale Sarda Trasporti) e Dedoni Turismo e con il supporto tecnico del DIME dell’Università di Genova e del DICEA dell’Università di Napoli Federico II,

sviluppato nell’ambito dell’intervento Innova.re, come progetto pilota di sviluppo congiunto Università-Impresa. Il progetto, della durata di 14 mesi, ha avuto come obiettivo la trasformazione del simulatore di ralla portuale Box Bull in un sistema di simulazione per la guida di autobus urbani ed extraurbani finalizzato ad addestrare i conducenti professionisti ed in grado di ridurre gli effetti da stress psicofisico.


Il Simulatore

Attraverso il progetto B.B.Bu.S. sono stati realizzati due prodotti specifici:

 

Il primo, di tipo hardware, composto da un impianto di simulazione con piattaforma mobile a 6 gradi di libertà, una postazione di guida di tipo tipo Citaro O 530 Mercedes Benz, 3 schermi per una visione a 180° del percorso di guida, in grado di riprodurre fedelmente l’ambiente e la tecnologia della cabina di guida di un mezzo professionale

il secondo, di tipo software, composto da un lay-out virtuale di simulazione che rappresenta un percorso misto di guida, in grado di poter essere utilizzato nella formazione dei conducenti e capace di rilevare tutte le difficoltà che un autista incontra durante lo svolgimento della propria mansione. Nello specifico sono
stati ricostruiti virtualmente 60 km di strada con un percorso urbano a Cagliari e con porzioni extraurbane delle SS 554, 128 e 133.

B.B.Bu.S. è, quindi, un apparato tecnologicamente innovativo, in grado di simulare totalmente le condizioni di guida di un autobus, sia dal punto di vista visivo ed acustico, che da quello della percezione dei movimenti e delle vibrazioni, risultando così totalmente immersivo. B.B.Bu.S. è uno strumento al servizio della ricerca e della formazione.

 


 

Per la ricerca

Per la Ricerca, l’impiego del simulatore consente di poter studiare il comportamento di guida del conducente, capire quali elementi influiscono sullo stress psico-fisico di guida, e quali azioni sia possibile attuare, in fase di progettazione sia del veicolo ma anche dell’infrastruttura stradale, per limitare tali fenomeni, con effetti positivi sia sulla sicurezza che nel confort di guida.

Per la formazione

Per la formazione, l’uso del simulatore consente alle aziende di trasporto di poter effettuare la formazione dei propri conducenti, sia continua che per i nuovi assunti, riproducendo le diverse condizioni di traffico e di viabilità, anche quelle più impegnative che si possono incontrare nel caso reale (condizioni meteo avverse, condizioni di congestione veicolare, sinistri stradali, ect.).

 


 

BBBus in pratica

L’uso del simulatore, complementare alla fase di guida in strada, consente di poter acquisire una serie di rilevanti vantaggi:

✅Replicabilità della mansione per tutti gli allievi, in modo da oggettivare la valutazione comparata;
✅Introduzione di condizioni di traffico o meteo difficilmente riscontrabili nella formazione sul campo
✅Registrazione dei dati relativi alla risposta del conducente e dei sui comportamenti;
✅B.B.Bu.S., infine, è in linea con le recenti modifiche normative (2009) in materia di Carta di Qualificazione del Conducente – Direttiva 2003/59/EC – che consentono di poter conseguire l’abilitazione anche attraverso un corso (ordinario o accelerato) comprendente un determinato numero di ore svolte all’interno di un simulatore di guida di alta qualità.

B.B.Bu.S., allestito all’interno di un container 40” HC facilmente trasportabile, è perciò a disposizione di tutte le aziende che operano nel comparto del trasporto pubblico locale che ne intendono fare uso per le loro attività di formazione e richiamo formativo in conto terzi o professionale dei propri dipendenti.


I partner